Indagine OAM: Agenti in attività finanziaria, l'83% dei consumatori soddisfatto del loro operato - PrestitoSì Finance S.p.A.

Indagine OAM: Agenti in attività finanziaria, l’83% dei consumatori soddisfatto del loro operato

Da una recente indagine dell’ufficio studi OAM (Organismo Agenti Mediatori) emerge come la maggioranza dei consumatori è soddisfatta dell’operato degli Agenti in attività finanziaria. L’innovazione tecnologica in atto sembra non aver minato il lavoro degli intermediari del credito. L’analisi, svolta su 500 consumatori, evidenzia come gli utenti più digitali siano maggiormente interessati ai servizi offerti dalla categoria. Mostra, inoltre, come un’ampia fascia di clientela, il 59% degli intervistati, abbia una scarsa conoscenza della figura dell’Agente. Del restante 41% emerge come l’83% sia soddisfatto del rapporto con l’Agente. Solo il 18% è per nulla o poco soddisfatto.

Grado di soddisfazione nell’affidarsi ad un Agente per ottenere un finanziamento:

Poco soddisfatto 16,4%
Per nulla soddisfatto 1,7%
Soddisfatto 27,7%
Abbastanza soddisfatto 41,1%
Molto soddisfatto 10,1%

 

I vantaggi nell’affidarsi agli Agenti in attività finanziaria

Il 37% dei consumatori sperano di ricevere migliori condizioni contrattuali affidandosi agli agenti, mentre il 21% auspicano maggiori possibilità di avere il prodotto finanziario desiderato. Minore attenzione è, invece, posta sull’ottenere il finanziamento in minor tempo o sulla capacità di recepire meglio le esigenze del cliente. L’analisi ha poi suddiviso per tipologia i consumatori intervistati delineando 5 gruppi: “gli istruiti”, “i digitali”, “gli analogici”, “gli assistiti” e “i tradizionalisti”.

Gli istruiti

Gli istruiti hanno un livello di istruzione maggiore pur avendo un’età media più bassa. Dal punto di vista finanziario, prediligono recarsi in filiale per richiedere informazioni in merito ai prodotti finanziari, quali mutuo e cessione del quinto dello stipendio o pensione. Di questa categoria quasi un cliente su due si affida ad un Agente in attività finanziaria, al quale richiede principalmente un risparmio in termini di costi del finanziamento.

I digitali

I digitali, come fa intendere la parola stessa, sono persone che desiderano avere il maggior numero delle informazioni su internet e, in particolare, sull’internet banking. Da parte dell’Agente, al quale il 62% del cluster si è affidato, richiedono rapidità ed efficienza nei servizi.

Gli analogici

Gli analogici hanno un basso grado di utilizzo dell’internet banking e sono scarsamente interessati al supporto di un Agente. Complessivamente sono poco interessati ai prodotti o servizi finanziari offerti sia dai canali tradizionali, quali banche e società finanziarie, che innovativi. Questo gruppo si caratterizza per una limitata conoscenza della figura dell’Agente in attività finanziaria e soltanto il 23% in passato si è affidato ad un Agente.

Gli assistiti

Gli assistiti rappresentano la clientela particolarmente interessata alla comprensione del prodotto finanziario. Per questo motivo, più di ogni altro gruppo, il 64%, richiedono il supporto degli Agenti.

I tradizionalisti

I tradizionalisti hanno un basso livello di digitalizzazione e di conseguenza dell’utilizzo dell’internet Banking. Sono coloro che prediligono interagire con la filiale rispetto ai canali digitali. Circa il 47% si affida ad un Agente in attività finanziaria richiedendo informazioni sul prodotto ed eventuali personalizzazioni.

Continua a seguirci per scoprire le ultimissime novità dal mercato.

Fonte: OAM


Maria Castelluccio
Maria Castelluccio è copywriter e blogger PrestitoSì Finance S.p.A.
Inguaribile amante della scrittura tanto da farle intraprendere il percorso di studi in lettere moderne e a conseguirne il titolo. Attualmente si occupa del blog di PrestitoSì e di comunicati stampa.

Commenti

Non ci sono ancora commenti. Diventa il primo!

Lascia un commento